Pubblicità

“Streghe da Marciapiede”: una profonda immersione nel realismo e nella psiche umana, la rassegna VomerOff continua con successo al Teatro Ferrari di Napoli

La rassegna VomerOff, conosciuta per la sua eccellenza artistica sotto la direzione di Stefano Amatucci, continua a catturare l’attenzione e l’ammirazione del pubblico teatrale. Uno degli spettacoli più attesi e applauditi di questa stagione è stato “Streghe da Marciapiede”, con la drammaturgia di Francesco Silvestri e la regia di Stefano Amatucci. Andato in scena alla Sala Teatro Ferrari, lo spettacolo ha brillantemente esplorato temi di alienazione e giustizia sociale, attrarrendo l’attenzione per la profondità dei suoi temi e la qualità delle interpretazioni.

La trama di “Streghe da Marciapiede” si snoda tra le mura di un appartamento abitato da quattro prostitute e un’aula di tribunale, dove le stesse donne si trovano a ricostruire gli eventi che hanno portato all’omicidio di un giovane sconosciuto. Il personaggio del giovane, descritto come bellissimo, imperscrutabile e vagamente androgino, irrompe nella vita delle protagoniste, sconvolgendo la loro esistenza e diventando il fulcro di intense dinamiche emotive.

La regia di Amatucci attenta e sapiente, con maestria rispecchia rispecchia con disinvoltura le complesse emozioni e le tensioni presenti nel testo di Silvestri. Le interpretazioni del cast, comprendente celebri volti di “Un Posto al sole” come Luisa Amatucci, Miriam Candurro, Antonella Prisco, Gina Amarante e Peppe Romano, hanno aggiunto una dimensione ulteriore di autenticità e impatto emotivo, delineando personaggi pieni di sfumature e contraddizioni.

La scenografia e la costumistica hanno giocato un ruolo cruciale nell’ambientare lo spettacolo evidenziando la contemporanietà , ma anche il senso di eterno, dove bellezza e tragedia si intrecciano inestricabilmente. Il pubblico, testimone di questa tragedia umana, si trova a riflettere sulle questioni di accettazione, identità e la tragica ironia di un destino che sembra inesorabilmente scritto.

“Streghe da Marciapiede” si dimostra non solo un dramma potente ma anche un esame incisivo della natura umana e delle sue infinite contraddizioni. Gli spettatori escono dal teatro non solo intrattenuti ma arricchiti, avendo partecipato a un viaggio emotivo e intellettuale di grande rilievo. La rassegna VomerOff si conferma ancora una volta un appuntamento imperdibile per chi cerca nel teatro non solo svago, ma anche stimolo culturale e sociale. Un appuntamento da non perdere, dove la qualità è di casa.
La prima nazionale durante la rassegna , con due date in sold out, hanno avuto un grande successo di pubblico e critica e sono state annunciate nuove date tutte però da stabilire dal gruppo attoriale, noto per la Soap Un posto al sole che da 28 anni continua a macinare ascolti e consensi.

 

a cura della redazione

UNIQUE M&C. Agency