Pubblicità
MioTicino.ch il portale di informazione della Svizzera italiana
Pubblicità

VIOLENZE SUGLI ANIMALI, A MILANO LA MANIFESTAZIONE A FAVORE DELLA PROPOSTA BRAMBILLA: “COSI’ METTIAMO FINE ALL’IMPUNITA’”

Pubblicità

“Metter fine alla sostanziale impunità di cui godono gli autori anche dei più crudeli e ripugnanti delitti contro gli animali”. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell’Intergruppo parlamentare per i Diritti degli Animali e la Tutela dell’Ambiente e della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, sintetizza così il significato della sua proposta di legge AC30, a favore della quale, oggi, a Milano, si è tenuta la manifestazione  “La legge ignora gli animali”.

Centinaia e centinaia i partecipanti al corteo che ha attraversato le vie di Milano, dai bastioni di Porta Venezia  a piazza della Scala. Una manifestazione senza bandiere di partito, che non ha inteso  dare rilievo neppure alle sigle delle associazioni animaliste, per evidenziare la natura spontanea e popolare della protesta contro le violenze sugli animali e del sostegno alla pdl AC30 dell’on. Brambilla. Volontari, attivisti, famiglie, comuni cittadini con i loro amici a quattro zampe hanno accompagnato gli striscioni con le scritte che, tutte, esortavano ad approvare la riforma proposta dalla paladina degli animali: “No alle violenze sugli animali, sì a pene più severe”; “Aron, Grey e gli altri chiedono giustizia”; “In carcere chi maltratta e uccide gli animali”.

Infatti l’approvazione della pdl 30 realizzerebbe una vera e propria svolta, innanzitutto perché andrebbe a punire i reati a danno degli animali e non, come dice l’attuale titolo del codice penale, i reati contro “il sentimento di pietà” che verso gli animali nutrono gli uomini, ma specialmente perché innalza i minimi e i massimi edittali delle pene per il maltrattamento (1-5 anni sempre accompagnati da pena pecuniaria) e l’uccisione con crudeltà e senza necessità (2-6 anni con pena pecuniaria) in modo tale da rendere possibile che i responsabili almeno dei fatti più gravi vadano in carcere (esito oggi escluso) sia nella fase preliminare, sia per effetto della sentenza passata in giudicato. Non solo: la proposta include l’abbandono tra le condotte di maltrattamento, quindi con pene notevolmente inasprite.  Prevede una serie di aggravanti che concretamente si riscontrano negli episodi, purtroppo sempre più frequenti, di cui parlano le cronache: ad esempio se il fatto è commesso alla presenza di minori o se ne vengono diffuse foto e riprese su internet. Introduce il reato di diffusione di esche e bocconi avvelenati a danno della salute pubblica e degli animali. In ossequio alla normativa europea, infine, la pdl stabilisce pene adeguate per chi uccide animali di specie protetta, cagiona loro lesioni o ne compromette l’habitat. Ad oggi questi comportamenti sono puniti come semplici contravvenzioni.

“Con questa proposta – spiega l’on. Brambilla – vogliamo dare seguito alla riforma costituzionale approvata nella scorsa legislatura, di cui sono stata promotrice e che introduce nella Carta, tra i principi fondamentali, quello della tutela degli animali, affidando al legislatore il compito di indicarne forme e modalità. Le norme che propongo metterebbero fine alla sostanziale impunità di cui godono gli autori anche dei reati più crudeli e ripugnanti. Che non sia un argomento di serie B per la politica è provato dall’indignazione di milioni di italiani che si esprime sui social e non ultimo dalla mobilitazione di oggi”.

 

a cura della redazione

Pubblicità
MioTicino.ch il portale di informazione della Svizzera italiana
Domenica, 21 Aprile 2024 -
LUGANO METEO
Pubblicità
UNIQUE M&C: Agency Fratelli Coppola Bluvacanze Saronno Ticino bus
  • PARTNERSHIP
  • NUMERI D’EMERGENZA TICINO
Emergenza europea 112
Polizia 117
Pompieri 118
Ambulanza 144
Rega 1414
Assistenza panne 140
Avvelenamenti 145
Telefono amico 143

MioTicino.ch è un portale online di notizie attivo dal 2022 di proprietà della STARGET Sagl

Ove non è espressamente indicato, tutti i diritti di sfruttamento e di utilizzazione economica del materiale fotografico e video, presente sul sito MioTicino.ch, sono da intendersi di proprietà dei fornitori o della stessa STARGET Sagl

Categoria: Internet
Frequenza: Settimanale
Origine: Nazionale
Tipologia: Portale di informazione online

Tel.: +41 (0) 91 682 92 69
redazione@mioticino.ch

Sede legale/Redazione
Via Cassarinetta, 27
CH-6900 Lugano
Svizzera

info@mioticino.ch

Social

Social

MioTicino.ch è un portale online di notizie attivo dal 2022 di proprietà della STARGET Sagl

Ove non è espressamente indicato, tutti i diritti di sfruttamento e di utilizzazione economica del materiale fotografico e video, presente sul sito MioTicino.ch, sono da intendersi di proprietà dei fornitori o della stessa STARGET Sagl. 

Categoria: Internet
Frequenza: Settimanale
Origine: Nazionale
Tipologia: Portale di informazione online

Tel.: +41 (0) 91 682 92 69
redazione@mioticino.ch

Sede legale/Redazione
Via Cassarinetta, 27
CH-6900 Lugano
Svizzera

info@mioticino.ch